Consiglio Pastorale del 09.11.2021

Verbale di
martedì 9 novembre 2021

Salone Oratorio San Giovanni Bosco

 

Alle ore 20.50, con la preghiera comune s’è dato il via al secondo incontro dell’Anno Pastorale.

Assenti: Francesco Assolari, Giuseppe Bonfanti, Marco Boni, Elisa Meloni, Augusto Paravisi, Maria Rizzi, Giacomo Rocchi, Giorgio Tribulet, Silvana Vavassori, Matteo Vitali, don Leonardo, don Denis, Don Vladimir

Viene approvato il verbale della seduta precedente.

Don Mario saluta e dà il benvenuto ai rappresentanti dei gruppi famiglia che hanno accettato l’invito a partecipare al CPaP per condividere le loro risposte alle seguenti domande:

  1. Come vi siete aggregati?
  2. Come la parrocchia può essere attenta alla famiglia ed al vostro gruppo?

Si susseguono gli interventi dei rappresentanti dei gruppi famiglia.

Valentina

Il gruppo si è formato su invito di don Marcello al termine del Corso per fidanzati del 2019. E’ formato da una decina di coppie e si ritrova in incontri mensili in cui si riflette su brani di vangelo sul quale poi ci si confronta per attualizzarli e trovare il collegamento con la vita concreta. Si fanno anche lavori di gruppo e ci si confronta anche sui problemi che le singole famiglie di volta in volta si trovano ad affrontare.

Cosa ci aspettiamo dalla parrocchia?

  • Supporto in questo percorso
  • Aiuto nei momenti di difficoltà

Giovanna/Alida

Le Missionarie Eucaristiche offrono ospitalità ad un gruppo di famiglie presso la loro casa in zona Serena. Il gruppo molto eterogeneo, denominato “La casa”, è formato da separati, divorziati, risposati.  E’ seguito da Mons. Eugenio svolge un’attività di pastorale familiare attraverso cui la diocesi di Bergamo intende esprimere vicinanza, solidarietà e sostegno a coloro che hanno vissuto la sofferenza di una divisione familiare ed offrire cammini di fede utili per affrontare questi passaggi nodali della vita. E’ un percorso della durata di 3 anni ed, essendo un progetto a livello diocesano, è formato prevalentemente da persone non appartenenti alla nostra parrocchia.

Cinzia e Gianbattista

E’ un gruppo molto datato, si è costituito più di trent’anni fa su sollecitazione di Mons. Angelo Paravisi, parroco di allora, dopo il corso per fidanzati. Era formato da 5 coppie ma purtroppo due coniugi sono venuti a mancare e quindi oggi è formato da tre coppie e due vedove. Questa situazione è una delle difficoltà che il gruppo si trova ad affrontare. Durante il lungo percorso il gruppo si è trovato ad affrontare dinamiche diverse: da coppia, a coppia con bambini piccoli, a coppie con figli che crescono, a coppie con genitori anziani.

Ci aspettiamo che la parrocchia, la comunità possa darci una mano nell’affrontare le varie fasi della vita e non solo per le famiglie, ma anche per chi è rimasto solo.

Alessandra

Gruppo di 6/7 coppie sposate da 10/15 anni, nato 2 anni fa a Paderno con il desiderio di dare una mano ad animare il Centro pastorale.

Ad un certo punto ci si è accorti che non bastava più il fare, si sentiva la necessità di curare anche la parte formativa che consentisse di mettere a terra il vangelo che veniva letto. Gli incontri curati da don Luca per la parte formativa, hanno sempre anche un momento convivale per far vivere anche ai nostri figli la bellezza dello stare insieme e del condividere.

Vuole essere un gruppo aperto alla comunità.

Cosa ci aspettiamo dalla parrocchia?

  • Fare conoscere queste realtà ai giovani, alle giovani coppie
  • Ascoltare
  • Condividere le difficoltà

Marco Redolfi

Gruppo formatosi, dopo il corso per fidanzati, una ventina d’anni fa da 6 coppie già attive in ambito parrocchiale

E’ positivo che il CPaP sin interroghi sulle famiglie. Bisogna anche domandarsi di quel modello di famiglia vogliamo parlare, la famiglia non è più quella di una volta.

Cosa ci aspettiamo dalla parrocchia?

  • Proponga ed organizzi almeno un incontro all’anno con tutti i gruppi famiglia
  • Sia attenta e curi un percorso di continuità dal corso per fidanzati al dopo sposati
  • Pensi ad una vera pastorale per le famiglie

Luigi Chiodini

Gruppo costituitosi una decina di anni fa da 6/7 famiglie su invito di don Marcello. Il tutto iniziò come possibile catechesi per adulti/famiglie, ma con scarso successo in quanto durò ¾ incontri con 4/5 partecipanti. Si decise di trovarsi nelle case a rotazione, a questa proposta aderirono all’inizio 5 coppie.

Durante questi anni la formazione, curata a turno dalle coppie, si è sviluppata intorno a temi diversi che venivano scelti ad inizio anno. Si sono fatte vacanze insieme. E’ stata accolta e seguita una coppia che stava vivendo un momento di difficoltà. Le coppie sono impegnate anche nella vita della comunità in forme e tempi diversi.

Cosa ci aspettiamo dalla parrocchia?

  • Proponga ed organizzi almeno un incontro all’anno con tutti i gruppi famiglia
  • Possa mettere a disposizione un sacerdote che segua e aiuti i partecipanti

Don Carlo Cancelli

E’ un gruppo di famiglie seguito dai padri domenicani che in questi ultimi anni si trova ogni tre mesi presso le Missionarie Eucaristiche soprattutto per stare insieme ed essere di aiuto e supporto ad una famiglia con un figlio in coma.

Isabella Prometti

Si tratta di un gruppo parallelo a quello di Marco Redolfi, nato da 7/8 coppie ora 6 che partecipano con costanza seguiti da don Maurizio Chiodi.

Da cosa è caratterizzato?

  • Vissute diverse esperienze: tra queste quella vissuta all’eremo di Caresto sulla quale si è costruito il percorso di questi anni
  • Proseguito anche durante il lockdown in meet
  • Vengono organizzati due incontri preghiera all’anno, lectio, Natale e Pasqua
  • E’ un gruppo molto motivato e presente nelle attività della comunità

Cosa ci aspettiamo dalla parrocchia?

  • Offrire ai fidanzati la possibilità di proseguire un cammino anche dopo il loro matrimonio
  • Se non ci sono sacerdoti che possono accompagnare il cammino di questi ma anche di nuovi gruppi, trovi il modo di identificare coppie/famiglie che possano prendersi cura di nuovi gruppi
  • Fare in modo che le proposte siano rivolte alle famiglie/coppi e non ai singoli

Elia Marenzi e Maurizio Chigioni

Gruppo nato negli anni 80 da tre coppie che trovandosi nel portare i figli a scuola decisero di ritrovarsi anche a recitare il rosario e riflettere sul vangelo della domenica. Convinti che dovesse diventare un gruppo aperto alla comunità, venne proposto un questionario messo nelle cassette della posta che permise a 5/6 coppie di conoscerci ed entrare a far parte del gruppo.

Il gruppo si trovata inizialmente una volta al mese nel retro dell’asilo Bolognini, successivamente, su invito di don Gigi Orta, diventò animatore dei gruppi di preghiera nelle case. Si sono fatte piccole vacanze insieme, una proposta di recitazione genitori/figli, una rassegna di film d’autore.

Cosa ci aspettiamo dalla parrocchia?

  • Pensare alla cura delle coppie non più coppie
  • Sacerdote che segua questi gruppi

 

Don Mario ringrazia tutti per i loro interventi e fa alcune considerazioni:

  1. La pastorale della famiglia non potrà essere impostata sui piccoli gruppi: non ci sono le forze (sacerdoti, famiglie)
  2. E’ in atto la catechesi mensile dove, nel precovid c’erano 60 gruppi famigliari oggi, alla ripresa, 15/16 che per 5/6 anni lavoreranno insieme e vivranno diverse esperienze di fede
  3. Abbiamo la preparazione ai battesimi che avviene a livello di coppie/famiglie nelle loro case
  4. Bisognerà ripensare a pastorale globale a livello comunitario, fatta in modo diverso: orari, tempi, luoghi

 

Alessandra afferma che non sapeva della presenza di così tanti gruppi famiglia nella nostra comunità e pensa sia opportuno che se ne parli e giri maggiormente l’informazione della loro presenza. Spesso c’è un vuoto tra il matrimonio e l’inizio della catechesi dei figli.

Maurizio Chigioni afferma che la condivisione di queste esperienze con gli altri aiuti la crescita spirituale di tutti. E’ convinto che hanno ricevuto molto dalla comunità ma molto hanno dato e continuano a dare: corso fidanzati gruppi di preghiera…

Cinzia Castelli constata come i gruppi siano eterogenei e come diverse siano state le motivazioni che hanno stimolato la loro formazione. Ritiene sia necessario un cambiamento nel come avvicinare le giovani coppie, nel come proporre percorsi di crescita.

Don Luca propone che nella Voce venga dato uno spazio/pagina in modo che ogni gruppo, mese per mese, possa pubblicare un loro articolo.

In chiusura don Mario informa circa le modalità del percorso di avvento in preparazione del Natale.

Metodo: interviste a persone in chiesa parrocchiale.

A questi incontri sono particolarmente invitati i genitori con figli che riceveranno i sacramenti.

Date:

  • 2 dicembre (cresime) / la fede di un adolescente genitori di Giulia Gabrieli
  • 9 dicembre (prime comunioni) / un Dio incarnato da amare sr Sonia – Domenicana
  • 16 dicembre (prime confessioni) / la confessione che converte Keissi e Laura

Confessioni: 23 dicembre (ore 16-18) e 24 dicembre (ore 9-12 / 15-17.30)

Viene fissata la data del prossimo del CPaP: 12 gennaio 2022.

Terminati i punti all’ordine del giorno, l’incontro si conclude alle ore 22.35.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *