Cosa possiamo fare per i nostri figli?

Nella nostra parrocchia, dopo il confronto tra alcune parrocchiane e padre Rostislav Kolupaer, ha preso vita una importante iniziativa collegata al movimento “MOTHERS PRAYERS” (“Preghiere delle mamme”).

Si tratta di un movimento internazionale di preghiera cristiana fondato nel novembre 1995 e diffuso in oltre 70 paesi del mondo. Sebbene sia nato in ambito cattolico, coinvolge tante donne «con il cuore di madre» di diverse confessioni religiose cristiane ed è caratterizzato da un clima di accoglienza confidenziale, di condivisione delle sofferenze in modo cristiano e di reciproco sostegno nell’amore che si fa compassione nella carità.

Le donne che aderiscono al movimento, cercando di rispondere alla domanda di fondo «Cosa possiamo fare per i nostri figli?», si ispirano ad un brano delle Sacre Scritture che risulta quanto mai suggestivo: «Dice il Signore: Trattieni la voce dal pianto, i tuoi occhi dal versare lacrime, perché c'è un compenso per le tue pene; essi torneranno dal paese nemico. C'è una speranza per la tua discendenza: i tuoi figli ritorneranno entro i loro confini.» (Ger 31, 16-17).

La fondatrice ricorda sempre che l’iniziativa è affidata anzitutto al Signore, che è il ‘boss’, la guida, mentre le donne che aderiscono al movimento si considerano solo le Sue ‘segretarie’. Egli mostra al movimento cosa e come fare e porta sempre nuove adesioni al gruppo secondo la Sua grazia. Questa scelta consapevole di ‘abbandonarsi’ nelle Sue mani porta un gran sollievo e toglie tutta la fatica e lo sforzo di continuare nel cammino di ascolto e di preghiera.

Infatti, le “mamme in preghiera per i figli” ci tengono a testimoniare le tante grazie di cui i figli hanno potuto già beneficiare anche grazie all’intercessione di questo movimento: figli che riscoprono la fede, che hanno trovato un lavoro ed il loro ‘posto’ nella vita, figli che sono ritornati a casa dopo una lunga assenza, tutte storie di riconciliazione e ritrovata concordia con i figli. E’ una vera e propria testimonianza della Sua promessa: «Chiedete e vi sarà dato» (Mt 7,7).

Il movimento è animato dai gruppi di preghiera. Ogni gruppo, composto da almeno due donne, si riunisce settimanalmente presso l’abitazione di una delle componenti che si rende disponibile a svolgere il compito di referente del gruppo stesso. Nella più completa semplicità cristiana gli incontri di preghiera vengono preparati con l’aiuto di libri e audio-video (che vengono condivisi all’interno del gruppo) e si svolgono secondo una ben definita e collaudata formula. Il tutto vissuto nella comunione spirituale tra tutti i gruppi di preghiera: ogni gruppo non prega solo per i figli delle mamme che lo compongono, ma per tutti i figli delle mamme che aderiscono al movimento, per tutti i figli delle mamme che non aderiscono, e per i figli che soccombono vittime degli incidenti, delle catastrofi ambientali, della violenza umana oltre che per particolari intenzioni espresse durante l’incontro. La formula condivisa dai gruppi di preghiera prevede l’utilizzo di una Croce, una candela, una Bibbia. Si inizia con l’invocazione allo Spirito Santo, si continua con una preghiera per la protezione dal male ed una per essere uniti in un solo cuore ed una sola mente. Poi si loda il Signore con preghiere e canti, si prega per essere unite con tutti i gruppi, si legge un passo dalla Sacra Scrittura e si ringrazia Dio per il dono della maternità. Si conclude l’incontro con un gesto profondamente spirituale ricco di significato materno: si scrivono i nomi dei propri figli su dei tondi di carta e li si pongono nel cestino ai piedi della Croce per affidarli con il cuore al Signore. Il tutto dura un’ora circa.
Nel novembre 2005 papa Benedetto XVI ha concesso la Sua benedizione apostolica al movimento che è anche sostenuto dal “Consiglio Ecumenico delle Chiese”.

Accogliamo con gioia questa nuova realtà ispirata dallo Spirito Santo nella nostra parrocchia e invitiamo chi è interessata a chiedere maggiori informazioni a:

Albertina Licini, in Via Po, 20, ai seguenti recapiti: tel. abitazione 035/299316, cell. 3313949101.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *