Consiglio Pastorale del 10.05.2022

Verbale di
martedì 5 maggio 2022

Salone Oratorio San Giovanni Bosco

 

Alle ore 20.50, con la preghiera comune s’è dato il via al quarto incontro dell’Anno Pastorale.

Assenti: Ottavio Alfieri, Francesco Assolari, Valentina Capelli, Antonio Gusmaroli, Augusto Paravisi, Bernard Perlman, Andrea Rasmo, Marco Redolfi, Giacomo Rocchi, Giorgio Triboulet, Silvana Vavassori, Matteo Vitali, don Vladimir Kolupaer, don Mirco Perletti.

Viene approvato il verbale della seduta precedente.

Don Mario saluta e mette a tema alcune riflessioni e proposte emerse dal lavoro di gruppo sulla Pastorale Familiare.

1 –  Obiettivi pastorali:

  1. Prendersi cura delle famiglie cercando di aiutali a leggere la loro esperienza educativa
  2. Rigenerare le relazioni

2 – Proposte:

  1. Curare l’esistente (percorso fidanzati)
  2. Un questionario per provocare domande
  3. Itinerario comune di gruppi familiari già presente in parrocchia
  4. Forum civili (laboratori civici) per condurre dibattiti su svariati temi
  5. Proposte catechistiche per le famiglie del primo anno di catechesi
  6. Camminate e cene insieme
  7. Offrire momenti di preghiera per le famiglie (p. es. Rosario familiare su YouTube)
  8. Momenti di formazione per genitori dai 3 ai 6 anni (al sabato mattina?)
  9. Organizzarsi per permettere alle coppie di partecipare a chi ha bambini piccoli

Dibattito.

Per Cecilia Morosini «va approfondito il percorso di curare l’esistente con i fidanzati e il gruppo famiglie … non spiace la novità di laboratori civici e questionari».

Marco Boni conviene su «meno attività e usare l’esistente … Tutto si sta sgretolando e bisogna fare scelte mirate».

Romina Zambelli sostiene l’impegno «per la comunità anche nelle piccole cose … mi accorgo che le famiglie, se tu ci sei, si coinvolgono».

A Giovanni Stucchi viene in mente: «l’obiettivo difficile è coinvolgere la famiglia nonostante l’impegno e quindi tutto si riduce a proposte per il singolo … gli incontri serali sono per lo più individuali … anche il forum, temo, diventerà una proposta per singoli individui più che per famiglia … potrebbe essere utile puntare sulla famiglia in qualche celebrazione e nelle feste».

Marco Redolfi elogia il lavoro di gruppo e auspica un «continuo approfondimento … la catechesi va vista con gli occhi della famiglia … la famiglia di Seriate è molto complessa: 25000 persone, 5 zone pastorali, 3000 persone che cambiano ogni anno, 50% di famiglie con problemi …».

Maria Rizzi si chiede: «…vedo i forum come una educazione politica … chi ha fatto la proposta?»

Don Mario risponde: «Parte dall’antropologico, dall’idea della relazionalità»

Cecilia Morosini: «Ci sarebbe una ricaduta in famiglia parlandone perché c’è tanta confusione nel mettere apposto il senso dell’uomo e i valori dell’umanità».

Don Carlo Cancelli: «Ripensando agli obiettivi è possibile cogliere i bisogni e i momenti critici della famiglia … Per i giovani e adolescenti bene il Forum con specialisti che si mettono a disposizione per supportare anche il disagio psichico, sfruttando l’ufficio pastorale della salute e della famiglia».

Giovanni Stucchi interviene sui Forum perché «… invece di mostrarli come incontri formativi si potrebbe partire da chi già c’è … anche le famiglie di adolescenti possono partecipare ai percorsi di comunità».

Federico Manzoni propone: «Nei due obiettivi ho difficoltà a immaginare l’attrazione dei forum in generale  …. Perché non favorire un modo che le persone che vivono la comunità eucaristica possano trovare momenti gioiosi per stare insieme? Se si stringono le relazioni tra le persone poi si giunge a realizzare la Carità. È nel passaggio dalla Messa eucaristica alla vita comune che si concretizza la relazione di fede e l’aiuto reciproco ».

Marco Redolfi introduce il tema delle scuole dell’infanzia

Federico Manzoni: «Come parrocchia abbiamo degli asili che diventeranno uno … e come nell’orchestra i vari strumenti vanno sintonizzati … e se c’è motivo per fare l’asilo è quello di eccellere in qualità, capacità di formazione, di servizio, come testimonianza cristiana»

Marco Redolfi: «Pensavo alla scuola d’infanzia legata al tema delle famiglie … il Forum potrebbe avere un risvolto positivo se proposto alle famiglie con figli che frequentano la scuola d’infanzia».

Federico Manzoni: «Esattamente quello che penso … fare bene la scuola materna per poi aggiungere servizi educativi alle famiglie»

Alessandra Rossoni: «Ho trovato coinvolgenti i giochi e le animazioni dei gruppi famiglie, che poi si sono date disponibili per le feste parrocchiali»

Giovanni Stucchi: «Un aspetto che bisogna curare, per stare in linea con il tema della Voce di Seriate sulla festa, è la domenica pomeriggio»

Roberto Valoti: «Per dire come la domenica qui da noi sia diventato un giorno lavorativo, i miei amici islamici di Dubai dicono che il venerdì è diventato un giorno lavorativo anche per loro»

Don Mario conclude focalizzando sugli elementi emersi nell’assemblea:

1 – Iniziative sulla famiglia già in atto e da continuare

2 – L’idea dei Forum è un elemento su cui riflettere. La CET-10 sta ragionando per mettere in campo una riflessione sul tema dell’eutanasia.

3 – Iniziative post-celebrative (cene, gite …) con la caratteristica dell’informalità.

4 – Scuole materne come occasione di incontri per i genitori.

 

Terminati i punti all’ordine del giorno, l’incontro si conclude alle ore 22.15.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.