Seriate, tumulate le urne tornate a casa: “Chiudiamo un cerchio, un mese per l’addio a mio padre”

Riportiamo un video e un articolo di Fanpage che ci racconta.

Mentre l’Italia è entrata nella fase 2, in provincia di Bergamo i familiari delle vittime del Covid-19 stanno finalmente dando l’ultimo saluto alle urne dei propri cari, tornate a casa in questi giorni dopo settimane di attesa per le cremazioni. Un dramma nel dramma quello dei familiari che non hanno potuto partecipare ai funerali e che solo a distanza di settimane, e con gruppi di massimo quattro persone, hanno avuto la benedizione dell’urna. A Seriate, uno dei tanti comuni della Bergamasca falcidiato dal coronavirus, don Mario Carminati sta accogliendo le urne dei suoi concittadini cremati prima della tumulazione al cimitero. Tra questi anche Antonio Agosta, noto imprenditore della zona morto a 82 anni a marzo e fondatore della Svelt Spa, azienda conosciuta in tutto il mondo per produzione di scale e trabattelli. Il figlio Davide Agosta racconta a Fanpage.it la morte del padre e l’impossibilità di condividerla con gli altri familiari: “Stare a casa isolati con un lutto in famiglia è una cosa indescrivibile, non ho mai potuto abbracciare mio fratello dopo la morte di nostro padre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *