Pellegrinaggio Parrocchiale a Sotto il Monte: idee per un cammino di fede nella fraternità

Molte persone hanno partecipato al pellegrinaggio Parrocchiale che caratterizza ogni inizio dell’anno Pastorale. Chi a piedi (sveglia al mattino presto!) da Seriate, chi in pullman, chi con le proprie auto ci siamo ritrovati presso l’oratorio di Sotto il Monte per la presentazione e la condivisione di

“ .. idee per un cammino di fede nella fraternità”

 
 
 
Due parole che diventano il “perno” essenziale dell’incontro e della discussione : Fede e Fraternità


 
Don Giulio apre l’incontro spiegando questi due aspetti, “da vivere” durante quest’anno liturgico con particolare attenzione.
 
Fede 
Partendo dalle motivazioni che hanno portato Papa Benedetto XVI ad indire l’anno della Fede (lettera Apostolica Porta Fidei) ecco alcuni spunti di riflessione esposti:
 
" …
1. Il rinnovamento della Chiesa passa anche attraverso la testimonianza offerta dalla vita dei credenti. (…) La fede, infatti, cresce quando è vissuta come esperienza di un amore ricevuto e quando viene comunicata come esperienza di grazia e di gioia.
 
2. Dovrà intensificarsi la riflessione sulla fede per aiutare tutti i credenti in Cristo a rendere più consapevole ed a rinvigorire la loro adesione al Vangelo, soprattutto in un momento di profondo cambiamento come quello che l’umanità sta vivendo. Avremo l’opportunità di confessare la fede nel Signore Risorto nelle nostre Cattedrali e nelle chiese di tutto il mondo; nelle nostre case e presso le nostre famiglie, perché ognuno senta forte l’esigenza di conoscere meglio e di trasmettere alle generazioni future la fede di sempre.
 
3. Sarà un'occasione propizia anche per intensificare la celebrazione della fede nella liturgia, e in particolare nell’Eucaristia
 
4. L’Anno della fede sarà anche un’occasione propizia per intensificare la testimonianza della carità. (…) La fede senza la carità non porta frutto e la carità senza la fede sarebbe un sentimento in balia costante del dubbio. Fede e carità si esigono a vicenda, così che l’una permette all’altra di attuare il suo cammino.
 
5. L'impegno richiesto dal Papa. Auspichiamo che la testimonianza di vita dei credenti cresca nella sua credibilità. Riscoprire i contenuti della fede professata, celebrata, vissuta e pregata e riflettere sullo stesso atto con cui si crede, è un impegno che ogni credente deve fare proprio, soprattutto in questo Anno
… "
 
Fraternita’
Nell’introdurre invece il tema della Fraternità, lo spunto viene direttamente dalla lettera del Vescovo Francesco sulla “Fraternità Cristiana
 
Spiega don Giulio :
 
" …
Il tema della lettera pastorale del Vescovo ha come titolo "la fraternità cristiana".
Il sottotitolo è molto significativo, perché sembra ci sia un errore: "suscitando grande gioia in tutti i fratelli".
Dove è il verbo?
Il verbo sono le azioni che ognuno compie ogni giorno e nella comunità:
  • sono papà e mamma "suscitando grande gioia in tutti i fratelli",
  • mi impegno sul posto di lavoro "suscitando grande gioia in tutti i fratelli",
  • faccio il catechista "suscitando grande gioia in tutti i fratelli",
  • offro tempo nel volontariato "suscitando grande gioia in tutti i fratelli".
Il "suscitando grande gioia in tutti i fratelli" è dunque uno stile di vita e di pensiero.
Il Vescovo nella sua lettera indica in questo senso un passaggio fondamentale:
dalla collaborazione alla corresponsabilità. Due stili completamente diversi.
… "

Interviene poi il parroco don Gino, illustrando alla comunità le possibili iniziative da proporre in funzione dei due temi esposti.

 
La Fede:
 
Trovare persone disponibili per organizzare nelle diverse Zone Pastorali degli incontri per approfondire il tema della fede
Ecco alcune tematiche possibili:
  1. La fede dono e frutto dell’annuncio (discorso di Pentecoste) (Atti 2,14-41)
  2. Accettare di credere in un Dio in un contesto refrattario (Paolo all’Agorà) (Atti 17,22-34) 
  3. La costanza della fede quando la preghiera o l’azione non è esaudita. (la fede che sradica la pianta; fede è accettare che la pianta rimanga al suo posto) (Vangelo Mt. 21,18-22)
  4. La fede e la vita eterna (come conciliare una storia che sperimentiamo, con una storia annunciata dalla risurrezione di Gesù) (Charles Peguy : “Il nostro secolo soffre di un’amnesia di eternità).
  5. La fede: capacità di comprendere sé come dono per amarci nel modo giusto.  “ Siete tempio dello Spirito – la Trinità abita in voi”.
 
La Fraternità:
 
Fraternità sacerdotale: relazione sincere, lavoro in relazione – incontri settimanali non solo di pastorale, ma di preghiere, di riflessione.
Fraternita: strumenti per recuperarla e tentare di farla vivere a tutta la comunità attraverso alcune riflessioni emerse dal CPaP di Maggio
 
Due proposte :
 
1. Prima Domenica del mese: fraternità da esercitarsi all’interno della comunità
  • Introduzione alla messa domenicale sul tema della Chiesa  – Comunità dei cristiani
  • “Totem” da mettere al centro della navata con dicitura "offerte di oggi per i bisogni economici delle strutture della parrocchia"
2. Seconda Domenica del mese: fraternità da esercitarsi con gesti di carità verso i poveri
  • Introduzione liturgica sul tema della fraternità – carità sostegno fondamentale della comunità. 
  • “Totem” da mettere al centro della navata con dicitura "con le raccolte delle elemosine di oggi verranno aiutati i gruppi caritativi della parrocchia"
 
Infine, per quanto riguarda sempre la fraternità, proponiamo di impegnarci tutti affinché diventi la qualità che caratterizza le nostre relazioni. In particolare quando ci si incontra nel Consiglio Pastorale, nelle case, nelle commissioni, tra i cori e nei vari gruppi presenti in Parrocchia. D’altra parte il nostro Vescovo chiedendoci di vivere la fraternità non ci chiede nulla di straordinario. I cristiani che non si vogliono bene non sono tali, anzi allontanano anche gli altri (negli Atti degli Apostoli leggiamo che tanti si univano ai cristiani proprio perché vedevano che si volevano bene).
 

Don Stefano illustra a tutti la nuova agenda pastorale, che sarà consegnata al termine di tutte le Messe a partire da domenica 14 Ottobre. Copia sarà disponibile anche sul sito.


Il pellegrinaggio si è poi concluso con la Celebrazione Eucaristica nella chiesa di Brusicco, dove è stato battezzato Papa Giovanni. Dopo l'omelia di don Gino c'è stato il mandato agli operatori pastorali della comunità, significato con una melagrana, simbolo di fratellanza: molti chicci uniti sotto la stessa scorza!

Tanti auguri per questo anno della fede, che sia veramente nel segno della melagrana!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *