Don Leonardo Zenoni: «Ascoltando e lavorando insieme»

Ha il sorriso e il fascino di J.F. Kennedy e la sagacia di papa Giovanni. Concentrato ma eclettico, ama la retorica, odia la retorica, si mette in gioco, scala le emozioni ed è uomo di unità. Di materia e forma. Spacchetta domande e ricompatta risposte malgrado le interruzioni. Non saprei dire bene se la sua storia di prete è come quella del fantastico cavaliere che soccorre qualcuno o chissà cosa, ma proprio per questo lo trovo affascinante. Vale la pena incontrarlo.

Continua a leggere

Anniversari di Matrimonio

Alle coppie che festeggiano 10 – 25 – 35 – 50… anni di matrimonio.

Carissimi,
          quest’anno ricorre un importante anniversario del vostro matrimonio.

Nonostante la complessa situazione presente dovuta al Covid, abbiamo pensato di proporre a chi lo desidera, anche come segno di ripresa, di celebrare questo appuntamento. Festeggeremo quindi le coppie che lo desiderano domenica 12 settembre, prima domenica delle feste patronali, alla messa delle 10.00 in chiesa parrocchiale.

Per partecipare è necessario iscriversi, entro e non oltre domenica 5 settembre, attraverso questo modulo. Se foste in difficoltà però non abbiate timore a chiamarci in segreteria parrocchiale.

Se qualcuno, per ragioni varie, vorrà pregare e festeggiare da casa potrà farlo seguendo la messa trasmessa come al solito in YouTube. E’ però necessario anche in questo caso segnalarci i vostri nomi tramite il modulo così vi ricorderemo.

Per chi vuole ci sarà la possibilità, Covid permettendo, di partecipare al pranzo delle 12.30, in oratorio, con i propri familiari. Sarà obbligatorio esibire il GREEN PASS. Iscrizione sempre tramite il modulo.

Augurandovi già da ora un sereno e lieto anniversario, vi saluto cordialmente.

PER GLI OVER 60 NON ANCORA VACCINATI

Pubblichiamo anche sul sito parrocchiale questo comunicato di ATS:

Vaccinazioni anti Covid19 per “over 60”:

 

 

ACCESSO LIBERO: al centro vaccinale più vicino e dose unica Johnson&Johnson

DESTINATARI: cittadini e cittadine “over 60”

COME: accesso libero al centro vaccinale più vicino, senza prenotazione

IL TIPO DI VACCINO: Johnson&Johnson a somministrazione unica

QUANDO: fino al 31 luglio 2021

Danilo Dadda: «sono un imprenditore con una storia bellissima alle spalle»

Vi sono narrazioni che implicano più di quanto spieghino. Come nel caso dell’ultima beatitudine di Gesù a Tommaso: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!». È il racconto di Giovanni (Gv. 20,19-31) che implica, per esempio, l’atteggiamento di tornare semplici e sinceri come bambini (Mt. 18,3) perché, come affermava García Márquez, elogiando l’opera di Quino, fumettista di Mafalda, «i bambini sono i depositari della saggezza». Implica il sospiro di Gesù quando, infastidito dall’incredulità dei farisei, disse: «Perché questa generazione chiede un segno? A questa generazione non sarà dato alcun segno» (Mc. 8, 12). Come in un andirivieni di bianchi e neri alla Salgado o di tonalità alla Caravaggio, il credere ha le sue molteplici sfumature. Se qualcuno credesse davvero che l’uomo non crede più, allora è pronta la risposta attribuita a Gilbert Chesterton: « Non è vero che l’uomo moderno non crede a nulla: egli in realtà crede a tutto» … e questo implica il credere anche alle fake news? Eccolo qui, dove voleva arrivare! Direte voi. Certo che sì, perché è dai tempi di Aristotele che l’uomo desidera conoscere necessariamente la verità. Progressivamente il racconto di Giovanni fa emergere delle coordinate che si rivelano decisive: vero/falso; conoscenza empirica/ sapienza spirituale; vedere/sentire; anima/corpo; fede/ragione. Continua a leggere